Rassegna Stampa

06 dicembre 2018

Manovra

Conte e Tria lavorano a deficit di 1,9-2%. Il premier: scenderà anche nel 2020-21

Fonte: ilsole24ore.com

Un altro vertice a quattro fra il premier Conte, il ministro dell’Economia Tria e i due vicepremier Salvini e Di Maio probabilmente già oggi. E la presentazione della proposta italiana per l’accordo con la Ue sulla manovra martedì prossimo, quando Conte incontrerà il presidente della Commissione Juncker a Strasburgo, al Parlamento, prima del Consiglio europeo del 13-14 dicembre.

Il calendario del confronto sui numeri torna a infittirsi, verso le «decisioni politiche» evocate martedì da Tria che non possono farsi aspettare ancora molto. «Per tenere i conti in ordine bisogna guardare al dato strutturale – accelera Conte ieri in serata parlando all’AdnKronos – per cui dobbiamo contenere il debito e anche il rapporto deficit/Pil 2020 e 2021». Sul piano tecnico è una considerazione quasi ovvia. Su quello politico è determinante. Perché certifica che i “risparmi da mini-rinvio” di reddito e pensioni, 4 miliardi circa, su cui continuano ad attestarsi i leader della maggioranza, non bastano certo a chiudere la partita.

Condividi: