Rassegna Stampa

10 maggio 2022

Taiwan ha abbandonato la strategia “zero COVID

Fonte: ilpost.it

Da metà aprile Taiwan sta affrontando la propria peggiore ondata di casi da coronavirus dall’inizio della pandemia. Nell’ultima settimana sono stati segnalati in media oltre 24mila casi positivi al giorno, a fronte delle poche decine di positivi rilevate nei mesi precedenti. Nonostante il marcato aumento, il governo taiwanese ha deciso di abbandonare la strategia “zero COVID” seguita negli ultimi due anni e di convivere con il virus, senza imporre rigide limitazioni alla popolazione. La scelta è opposta rispetto a quella presa dalla Cina, che in condizioni più o meno analoghe ha imposto nuovi rigidi lockdown, che stanno interessando centinaia di milioni di persone (il governo cinese rivendica la sovranità su Taiwan).

Fino a poche settimane fa, Taiwan veniva spesso portata a esempio per illustrare gli effetti positivi della “zero COVID”, strategia che prevede l’avvio di rigidi lockdown non appena si rilevano i primi casi positivi al coronavirus, in modo da impedirne da subito la diffusione. Questo approccio aveva consentito per lungo tempo di tenere sotto controllo la pandemia, facendo registrare poco più di 31mila casi positivi in due anni su una popolazione di quasi 24 milioni di persone.

10 maggio 2022

Condividi:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi