Rassegna Stampa

04 dicembre 2018

Pensioni

Sottosegretario Durigon: «realizzeremo quota 100 anche con 2 miliardi in meno»

Fonte: ilmessaggero.it

Claudio Durigon, lei è il sottosegretario al lavoro che ha in mano il dossier sulla riforma «Quota 100» delle pensioni, il provvedimento è pronto?
«Sostanzialmente sì».
Possiamo fare chiarezza, allora, sui requisiti per l’uscita?
«Sono quelli che abbiamo sempre detto».
Ripetiamoli.
«Il prossimo anno potrà lasciare il lavoro chi ha compiuto 62 anni di età e versato contributi per almeno 38 anni. La «Quota 100», appunto».
Quando andrà concretamente in pensione il primo lavoratore? 
«Dipende se è un dipendente pubblico o privato».
Partiamo dai privati.
«Chi ha maturato i requisiti entro il 31 dicembre del 2018, riceverà la prima pensione ad aprile del prossimo anno. Per i dipendenti privati abbiamo previsto infatti delle finestre trimestrali di uscita».
Quando riceverà la prima pensione un dipendente pubblico invece?
«A ottobre. Per i dipendenti pubblici, oltre alla finestra trimestrale, stiamo ragionando su un preavviso di sei mesi per consentire al ministro della Funzione pubblica, Giulia Bongiorno, di svolgere i concorsi pubblici necessari a sostituire il personale che lascerà il lavoro. Vanno evitate carenze di lavoratori nella Pubblica amministrazione».

04 dicembre 2018

Condividi:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi