Rassegna Stampa

18 settembre 2018

Pensioni

Con quota 100 e 62 anni si rischia fuga di statali: potrebbero uscire in 300mila

Fonte:

Con la quota 100 tra età e contributi con una soglia minima a 62 anni per l’accesso alla pensione l’anno prossimo potrebbero uscire dal lavoro tra i 300.000 e i 400.000 travet invece dei 150.000 previsti con le regole attuali per il collocamento a riposo. La stima è fatta rielaborando i dati del Conto annuale della Ragioneria dello Stato riferiti al 2016 secondo i quali i dipendenti pubblici a quella data con oltre 60 anni di età erano oltre 500.000.

La grande maggioranza ha carriere molto lunghe ed è quindi probabile che il numero di coloro che avranno la possibilità di uscire (avendo almeno 38 anni di contributi) si avvicini a questa cifra. Il tema a quel punto, soprattutto per gli enti locali, sarà di come mantenere i servizi attivi assumendo nuovo personale. Solo nella scuola, sostiene l’Anief, potrebbero beneficiare subito della misura in 200.000 tra insegnanti e Ata. Per inserire in legge di Bilancio la quota 100 con questi limiti secondo il sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon servirebbero tra i 6 e gli 8 miliardi solo il primo anno (altri studi sostengono che l’esborso ulteriore netto per il primo anno è di circa 9 miliardi). Ma il Governo è alla ricerca di risorse anche per varare la pensione di cittadinanza.

 

18 settembre 2018

Condividi:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi