Rassegna Stampa

01 agosto 2019

Bonaccini Presidente “pro tempore” Agenzia italiana del Farmaco

Fonte: regioni.it

Decisioni assunte anche per Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali e per Anpal

La Conferenza Stato–Regioni nella riunione del 1° agosto, su richiesta del Ministro della Salute Giulia Grillo, ha esaminato le nomine dei vertici dell’Agenzia Italiana del Farmaco e dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali.

In tale sede si è sancita un’Intesa sulla nomina di Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia Romagna e della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome – quale Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco. Il Presidente Bonaccini è stato designato pro tempore quale figura di garanzia per consentire all’Agenzia di poter convocare il consiglio dei amministrazione su alcune questioni urgenti. Dopo la pausa estiva, la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome procederà all’individuazione di una proposta di nomina da sottoporre all’attenzione del Ministro della Salute. Al fine di consentire la funzionalità dell’Organo, la Conferenza Stato–Regioni ha anche confermato pro tempore Davide Carlo Caparini (Assessore al Bilancio, Finanza e Semplificazione della Regione Lombardia) quale componente del Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco
Nella stessa riunione si è raggiunta l’intesa sulla nomina di Manuela Lanzarin (Assessore a sanità, servizi sociali, programmazione socio-sanitaria, attuazione programma, rapporti con il Consiglio regionale della Regione Veneto) – quale Presidente dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali. Intesa raggiunta anche sulla conferma di Francesco Bevere, quale Direttore dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali.

“Abbiamo nominato finalmente i vertici di Agenas e abbiamo trovato una soluzione ponte per Aifa che ci assicurerà la funzionalità del consiglio di amministrazione: è stato nominato fino a settembre Stefano Bonaccini, quale presidente pro tempore di garanzia. All’orizzonte finalmente, a settembre, ci sarà una figura di tecnico che diventerà il presidente di Aifa e che è la figura che io avevo sempre chiesto e che questa agenzia merita. I nominativi che sono stati fatti momentaneamente a me andavano comunque bene perché si trattava di figure tecniche, come avevo sempre sostenuto”, ha detto il ministro per la salute, Giulia Grillo, al termine della Conferenza Stato-Regioni a Palazzo Cornaro in via della Stamperia.

Alla fine – ha spiegato Giovanni Toti (Presidente della Regione Liguria e Vicepresidente della Conferenza delle Regioni), soffermandosi sul “capitolo nomine” affrontato dalla Conferenza delle Regioni del 1° agosto – “la presidenza dell’Agenas, Agenzia per i servizi regionali sanitari, “andra’ una regione del Nord che ha particolari capacita’ della gestione, che e’ il Veneto”. I rappresentanti delle regioni al Consiglio superiore dei lavori pubblici saranno espressione della Lombardia e della Sicilia. “Credo sia stato fatto un accordo equilibrato – osserva- sono due regioni agli estremi del paese, segno che le Regioni pongono una grande attenzione sul rilancio delle opere pubbliche”. Poi un componente del Consiglio di Amministraziobe dell’Anpal sarà espressione della regione Lazio (l’assessore Claudio Di Berardino, ndr) “perché è un momento particolarmente delicato delle politiche del lavoro ed e’ giusto che le segua una regione molto contigua ai ministeri”.

Condividi: