Rassegna Stampa

12 novembre 2018

Pensioni

Andare in pensione prima conviene, si incassa meno però per più tempo

Fonte: ilmessaggero.it

In pensione prima, ma con un assegno più basso. È questa la scelta di fronte alla quale potrebbero trovarsi i lavoratori che il prossimo volessero approfittare di «Quota 100», la possibilità offerta dal governo di anticipare l’uscita con 62 anni di età e 38 di contributi. Il taglio dell’assegno non dipende da una decisione del governo che, anzi, non ha introdotto nessun tipo di penalizzazione per il prepensionamento. Dipende invece, dai meccanismi automatici del sistema di calcolo contributivo delle pensioni (chi lascerà il lavoro avrà una quota dell’assegno calcolata con il metodo contributivo e una con quello retributivo).

12 novembre 2018

Condividi:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi